Forums di liberainformatica.it
Una modesta proposta - Versione stampabile

+- Forums di liberainformatica.it (http://www.liberainformatica.it/forum)
+-- Forum: Discussioni varie (/forumdisplay.php?fid=13)
+--- Forum: Bar (/forumdisplay.php?fid=17)
+--- Discussione: Una modesta proposta (/showthread.php?tid=318)



Una modesta proposta - monsee - 12-06-2016 18:02

Preciso che io per primo non ci capisco praticamente niente Dodgy (oltretutto, c'è il fatto che sono notoriamente allergico alla "riga di comando" e similari).
Epperò... ho notato che non si riesce, in pratica, a trovare alcun Forum che abbia una Sezione specificamente dedicata al freeDOS. Undecided
M'è parso, ad essere onesti, un vero peccato. Sad
Poi, Idea m'è venuto in mente che non ci sarebbe niente di male se questo Forum, in particolare, fosse l'unico forum al mondo a a riservare una Sezione sua specifica esclusivamente all'utilizzo del freeDOS... e meglio ancora se tale Sezione fosse "di default" -per così dire- "multilingue": primariamente, lingua inglese Exclamation (giacché l'inglese è assimilabile "de facto" ad una sorta d'odierna "lingua franca") e italiano Heart (giacché il forum stesso, nel suo complesso, è fortemente "italico").
Naturalmente, questo mio è solo un suggerimento... Cool dopo di che, sta a chi "governa" il Forum stabilir che cosa convien fare.
Io, per intanto, ho provveduto ad installare (sull'Hard Disk e poi anche su pennetta USB... e, infine, anche "emulato" nelle mie installazioni di PCLinuxOS, grazie a DOSemu) il freeDOS 1.1 e mi preparo Confused a arrabattarmi nel tentativo (spero non vano) d'impararlo... Angel


RE: Una modesta proposta - zafran - 12-06-2016 23:46

Ma il freedos non è il clone free del dos 6.22 di buona memoria?
Credo che il dos di ms si sia evoluto solo con w10, quindi non può esserlo stato già anche il free.
E anche se lo fosse, ci sarebbe molto di cui parlare?
Mica è bash


RE: Una modesta proposta - monsee - 13-06-2016 12:45

FreeDOS non è un "clone" di MS-DOS (del resto, Microsoft non l'avrebbe mai permesso).
Magari, non c'è niente da dire, sul freeDOS, ma a me par bizzarro che non ne dica -all'atto pratico- niente quasi nessuno.
Ti faccio un solo esempio, per spiegarmi: un Utente ha chiesto come si potesse spegnere un PC con installato freeDOS dopo averlo acceso. In effetti, come fare ad accenderlo si sa, ma come fare a spegnerlo, non lo racconta nessuno. Gli risposero (rispondono, alla fine, chissà perché, tutti quanti così) che la sola maniera sta nello spegnere il PC tenendo a lungo premuto il tasto di accensione!
Risposta peraltro inesatta (esiste un -perfettamente funzionante- comando di spegnimento, nel freeDOS... io l'ho scoperto quasi per caso, sennò starei ogni qual volta a premere di brutto il tasto di accensione, facendo proprio come fan già in troppi, pure io).

Riguardo al freeDOS (giusto per info): https://it.wikipedia.org/wiki/FreeDOS
E ecco il sito Web ufficiale: http://www.freedos.org/

FreeDOS, naturalmente, NON è -in alcun modo- Windows, né Linux, né BSD (se non ho mal compreso, ad esempio, freeDOS, di default, non usa né ha bisogno di avere alcuna "partizione di SWAP"), ma è anche lui un vero e proprio Sistema Operativo (che include anche players per i media, browsers, clients-email e client-ftp), capace -peraltro- di "girare" agevolemente anche su PC alquanto preistorici. Io l'ho installato sul mio "vecchietto" ("generazione '98", con soli 96 Mb -max-di RAM) e va come un treno (in quanto a reattività e velocità d'esecuzione, intendo). Insomma, a me non pare affatto che sia così poco "interessante"... Tutto qua.


RE: Una modesta proposta - zafran - 13-06-2016 18:02

Eccerto che è veloce: è la cosa più leggera del mondo.
Il 6.22 veniva dato completo in mi sembra 6 floppy e infatti il cd che trovi sul sito è di 8 mega.
L'altro cd di 40 mega si porta dietro i sorgenti e un altro po' di software aggiuntivo.

Certo che ci puoi fare quello che vuoi, ci hanno lavorato banche, istituzioni, uffici, professionisti e team di svluppo grafico e non: c'era software per tutte le necessità... finché la necessità non è diventata quella di vendere hardware in grado di gestire gli alberi di natale.