Lavagne digitali

Schema_LIMNegli ultimi anni l’installazione nelle scuole italiane delle lavagne LIM ha subito una notevole accelerazione e sono stati sviluppati alcuni progetti, a livello nazionale e internazionale,¬† alternativi ai prodotti commerciali pi√Ļ noti e diffusi nelle scuole.
Questi progetti sono nati nell’ambito delle applicazioni del Software Libero per la didattica, con la collaborazione di insegnanti, informatici e ricercatori.
Sono diversi i motivi che hanno generato l’esigenza di prodotti pi√Ļ flessibili e meno costosi: inizialmente la possibilit√† di creare facilmente postazioni mobili, che possono essere condivise fra pi√Ļ classi. In una prima fase di uso non quotidiano della LIM, sono soluzioni veramente economiche. Il difetto di queste soluzioni √® nella necessit√† che gli insegnanti abbiano qualche competenza informatica in pi√Ļ, dato che √® necessario ricalibrare dopo ogni spostamento dell’attrezzatura.
Il pi√Ļ conosciuto di questi progetti √®¬† WiiLD, che prende il nome dal telecomando (Wiimote)di una nota consolle di gioco (Nintendo Wii), sviluppato a livello mondiale e italiano da una numerosa comunit√† di insegnanti e informatici, la cui interfaccia software utilizza software libero.
Recentemente una societ√† belga ha introdotto un’alternativa al Wiimote, con la sua telecamera a infrarossi che registra i movimenti della penna IR-pen sulla lavagna: si chiama Vmarker e, oltre alla telecamera, contiene anche un hardware che gestisce e memorizza la calibrazione.

Una differenza importante rispetto alle LIM pi√Ļ diffuse √® la sua struttura fisica a basso impatto ambientale, dato che la superficie di proiezione √® costituita da un pannello di laminato bianco non riflettente, se si paragona con la grande e pesante struttura delle LIM.

Il Software

Il software applicativo utilizzato è software libero, sviluppato per il sistema operativo Gnu/Linux.
Il software libero ha fra le sue caratteristiche principali una grande attenzione all’uso esclusivo di formati aperti e standard per la memorizzazione di qualunque tipo di dati (alfanumerici, grafici, ecc.), e in ogni applicativo √® sempre presente la possibilit√† di importare ed esportare files sia nei formati standard che nei formati proprietari pi√Ļ diffusi.
Fra gli applicativi installati, alcuni dei quali sviluppati appositamente per l’uso con le LIM, ricordiamo :
Ardesia http://code.google.com/p/ardesia/  solo GNU/Linux
Whyteboard  https://launchpad.net/whyteboard  multipiattaforma
Inkscape  http://inkscape.org/download/?lang=it  multipiattaforma
Python-whiteboard http://github.com/pnegre/python-whiteboard  solo GNU/Linux
Marble        http://edu.kde.org/marble/    multipiattaforma
Mypaint    http://mypaint.intilinux.com/     solo GNU/Linux
Impressive    http://impressive.sourceforge.net/ solo GNU/Linux
Florence Virtual Keyboard http://florence.sourceforge.net/english.html   solo GNU/Linux

La WiiLD

Il telecomando della Wii integra una videocamera in grado di riconoscere i movimenti di un led infrarosso (inserito in una penna “IRpen”) e trasmetterli al computer attraverso la tecnologia bluetooth. Il videoproiettore illumina una superficie bianca, verso la quale √® orientata la videocamera del Wiimote.

Il software di gestione assegna ai movimenti della IRpen sulla lavagna bianca la posizione del mouse. Quando la videoproiezione è attiva, si realizzano le funzionalità equivalenti a quelle di una LIM.

Per i dettagli sulla struttura e sul funzionamento della WiiLD: http://wiildos.wikispaces.com/Lavagna+col+wiimote e https://sites.google.com/site/wiilavagnadigitale/

La LIM con Vmarker

Schema_VmarkerQuesta LIM utilizza:

  • un videoproiettore
  • una telecamera ad infrarossi (Vmarker)
  • un computer con software libero
  • una penna ad infrarossi.

In breve: il Vmarker integra una videocamera in grado di riconoscere i movimenti di un led a infrarossi (inserito in una penna “IRpen”) e trasmetterli al computer via cavo USB.
Il videoproiettore illumina una superficie bianca, verso la quale è orientata la videocamera del Vmarker. Il software di gestione assegna ai movimenti della IRpen sulla lavagna bianca la posizione del mouse. Quando la  videoproiezione è attiva, si realizzano le funzionalità  della LIM.

Dato che il Vmarker conserva la calibrazione, i cui parametri sono memorizzati al suo interno, è possibile sostituire il computer di sistema con uno diverso, senza operazioni aggiuntive.

Per ulteriori dettagli:  http://easyboard.altervista.org/ e http://www.vmarker.org/en/ 

In questa galleria, alcune immagini delle 4 WiiLD installate presso l’Istituto Russell-Newton di Scandicci nell’autunno 2011: